Russell Crowe - Le News di gennaio 2004

30/01/2004

- da biz.yahoo.com: Russell crowe subisce un lieve lesione durante l'allenamento per la sua parte in 'Cinderella Man'

Russell Crowe ha subito una lieve lesione - una lussazione che ha danneggiato la sua spalla - mentre si allenava al pugilato per il suo prossimo ruolo nel film 'Cinderella Man'. Sara' immediatamente sottoposto ad artroscopia ed intervento chirurgico in Australia, seguito da un'intensa fisioterapia.
Nonostante si tratti della stessa spalla alla quale Crowe aveva gia' subito un danno mentre si allenava per il film 'Flora Plum', non si tratta della stessa lesione; il nuovo incidente ha offeso una zona differente della spalla.

L'incidente e' avvenuto mentre Crowe si trovava nel ring durante l'allenamente a Sidney. La lussazione della spalla di Crowe causera' probabilmente un ritardo di un mese dell'inizio delle riprese. Ora le principali riprese inizieranno ad aprile. Questi dettagli sono stati confermati dalla Universal Pictures e dalla Imagine Entertainment.

"Non ho mai conosciuto un attore che dedichi se stesso tanto ad un ruolo con piu' intensita' di Russell", ha constatato Brian Grazer, il produttore di 'Cinderella Man'. "Lui si avvicina ad ogni ruolo con una disciplina rigorosa, usando la sua mente, il suo corpo e il suo spirito. Per prepararsi al suo ruolo come Jim Braddock, Russell si e' allenato con alcuni dei piu' eminenti allenatori di pugilato del mondo, e questa dedizione lo ha condotto all'incidente con la sua spalla. Noi tutti gli auguriamo un veloce recupero perche' semplicemente non vediamo l'ora di vederlo mentre applica il suo talento e il suo allenamento a questa parte."
[...]

Russell Crowe Sustains Minor Injury While Training for Role in 'Cinderella Man'
Friday January 30, 2:01 pm ET 

UNIVERSAL CITY, Calif., Jan. 30 /PRNewswire/ -- Russell Crowe sustained a minor injury -- a dislocation with damage in his shoulder -- while being trained in boxing for his upcoming role in Universal Pictures/Miramax Films/Imagine Entertainment's "Cinderella Man." He will immediately undergo arthroscopic debridement and repair surgery in Australia, followed by intense physiotherapy.
Although this is the same shoulder that Mr. Crowe injured while training for "Flora Plum," the previous repairs are fully intact; this current injury has affected a different area of the shoulder.

The injury came while Mr. Crowe was in the boxing ring training in Sydney. Mr. Crowe's dislocated shoulder is expected to delay the start of production on the film by approximately one month. Principal photography is now scheduled to begin in early April. These details were confirmed today by Universal Pictures and Imagine Entertainment.

"I've never known any actor who dedicates himself to a part with more intensity than Russell," stated Brian Grazer, producer of "Cinderella Man." "He approaches every role with a rigorous discipline, using his mind, his body and his spirit. To prepare for his role as Jim Braddock, Russell has been training with some of the foremost boxing instructors in the world, and that commitment is what led to the injury to his shoulder. All of us wish him a fast recovery because we simply cannot wait to see him apply his talent and training to this part."

"Cinderella Man" stars Russell Crowe, Renee Zellweger and Craig Bierko; is produced by Brian Grazer, Ron Howard and Penny Marshall; and is directed by Ron Howard. The film is a Universal Pictures/Miramax Films co-production of an Imagine Entertainment presentation, with Universal Pictures distributing domestically and Buena Vista International handling the international distribution of the film for Miramax. 
Source: Universal Pictures

- Daniela invia il link verso un altro sondaggio, stavolta dal TGCom: Oscar, chi vincera' quest'anno? Lo trovi qui. Grazie Daniela!

ecco il nuovo ritratto di Ely. Vedi l'ingrandimento qui. Grazie all'artista! ^__^

29/01/2004

- Daniela invia il link verso un sondaggio dal Corriere della Sera.it: Assegna i tuoi Oscar. Lo trovi qui. Grazie Daniela!

- ho inserito nella pagina della stampa n. 67 una scansione da 'Musica' di Repubblica n. 400 del 22 gennaio 2004 inviata da Carlotta. E' la pagella che confronta Russell con Tom Cruise. La trovi qui. Grazie a Carlotta per la scansione!

- e' online la pagina di febbraio del Russellcalendario creato da Ely! La trovi qui;

- da gazzettadiparma.it: CINQUINE DEI PREMI OSCAR

Ignorati però i suoi attori, così come per altre due pellicole di tema epico 
«Il Signore degli Anelli III» fa il pieno 
Tre nomine per Sofia Coppola. Tra i film stranieri, bocciato quello di Salvatores 


WASHINGTON - Gli Oscar hanno premiato con una pioggia di undici candidature Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re, ma hanno ignorato i suoi attori. Lo stesso destino è toccato ad altri due film epici. Master and Commander ha ottenuto dieci nomine agli Oscar ma il suo protagonista Russell Crowe è stato snobbato dalla Academy. 
[...]
In campo maschile i grandi delusi sono Russell Crowe e Tom Cruise che si sono visti soffiare il posto dal divertente Johnny Depp de I Pirati dei Caraibi. Gli altri candidati sono Sean Penn (Mystic River), Bill Murray (Lost in Translation), Jude Law (Ritorno a Cold Mountain) e Ben Kingsley (House of Sand and Fog). In questa categoria la battaglia per l'Oscar dovrebbe risolversi in un confronto tra la drammatica interpretazione di Penn (alla quarta candidatura) e l'ironica performance di Bill Murray (alla prima candidatura).
[...]
I vincitori degli Oscar saranno annunciati il 29 febbraio a Los Angeles durante una cerimonia anticipata di un mese rispetto alla scadenza tradizionale.
Cristiano Del Riccio

28/01/2004

- dal TGCom: Oscar, 11 nomination per Frodo e c. 27-1-2004

Escluso "Io non ho paura" di Salvatores

Ancora un grande risultato per "Il Signore degli Anelli". L'ultima puntata della trilogia di Peter Jackson, "Il ritorno del Re" ha conquistato ben 11 nomination agli Oscar. A ruota nella lista delle candidature si è piazzato "Master and commander" con 10 nomination. Entrambi, poi, concorrono per la statuetta al miglior film con "Mystic River", "Seabiscuit" e "Lost in Translation".[...]

Per la categoria miglior attore protagonista i cinque candidati all'Oscar sono Ben Kingsley (La casa di sabbia e nebbia), Jude Law (Ritorno a Cold Mountain), Bill Murray (Lost in Translation), Sean Penn (Mystic River) e Johnny Depp (La maledizione della prima luna). Esclusi dalla rosa dei nominati, Tom Cruise, che puntava al prestigioso riconoscimento per l'interpretazione ne L'ultimo samurai e Russell Crowe, protagonista di Master and Commander. [...]

Renee Zellweger, a proposito, conquista per il terzo anno consecutivo una nomination agli Oscar. Candidata quest'anno come miglior attrice non protagonista, l'attrice aveva ottenuto una nomination già nel 2002 per la sua interpretazione in "Il diario di Bridget Jones" e lo scorso anno per "Chicago". In passato solo Russell Crowe, Tom Hanks e Katharine Hepburn erano riusciti nell'impresa di ottenere una candidatura per tre anni di seguito.

La cerimonia ufficiale di premiazione ed assegnazione dei premi Oscar si terrà a Los Angeles il 29 febbraio prossimo. (Grazie Maddalena!)

- dal TGCom: Oscar, la delusione degli esclusi 28-1-2004

Prime reazioni dopo le nominations

Sofia Coppola e Benicio Del Toro non si scompongono, ma c'è anche chi è rimasto incredulo davanti alla propria candidatura all'Oscar, come Shohreh Aghdashloo, attrice non protagonista per "House of Sand and Fog". Nell'elenco delle candidature non mancano sorprese e aspettative disattese, come per il trio Kidman, Crowe, Minghella. Sono loro i grandi esclusi da questi Premi Oscar.

Leggendo l'elenco delle candidature, ci sono scelte che destano perplessità. Le nomination per miglior protagonista femminile hanno punito la Kidman e hanno premiato invece due facce nuovissime: Samantha Morton, 27 anni, (In America di Jim Sheridan) e la tredicenne neozelandese Keisha Castle-Hughes che, grazie a "La ragazza delle balene" è la più giovane attrice ad avere mai ottenuto una nomination per un ruolo da protagonista. [...] (Grazie Maddalena!)

27/01/2004

- sono uscite le candidature all'Oscar. Russell Crowe NON e' candidato. Il film 'Master & Commander' e' candidato complessivamente a 10 Oscar, tra cui quello per il miglior film e migliore regia. La lista completa al sito ufficiale http://www.oscars.org/index.html 

- video foxnews sugli Oscar - grazie VSecin!

Russell al funerale dell'allenatore di cricket David Hookes

 - video del funerale (grazie VSecin!)

 

 

ecco il nuovo bellissimo ritratto creato da Ely! Vedi l'ingrandimento qui. Grazie Ely! ^__^

 

 

 

 

- ho inserito nella pagina della stampa n. 67 le scansioni dalla rivista 'New Age' n. 13 (grazie a Kya per le scansioni!) e dal  'Corriere della Sera' del 21 dicembre 2003

- da it.movies.yahoo: Un record da Re 26 Gennaio 2004

Il 3° capitolo di Il Signore degli Anelli incassa 10 milioni di euro. E batte il primato di Le due torri

Un incasso da record per Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re. Il film di Peter Jackson, trionfatore ai Golden Globe, ha incassato in base ai dati Cinetel 7.754.696 euro, nei suoi primi quattro giorni di programmazione. Si tratta tuttavia di un dato parziale, calcolato sulle 732 sale monitorare da Cinetel, che sale a circa 10 milioni di euro se considerate le 1000 copie con cui è uscito. Un record assoluto per l'Italia. Il precedente record della miglior prestazione per un film al suo debutto nelle sale apparteneva al secondo episodio della trilogia, Le due torri (7 milioni 233 euro), che a sua volta aveva tolto il primato al Pinocchio di Roberto Benigni. Il ritorno del Re ha, inoltre, realizzato la più alta media per sala con 8.866 euro. Scende al secondo posto L'ultimo samurai con Tom Cruise che guadagna 2.295.949 euro e raggiunge i 13.805.490 euro. Stabile al terzo 21 grammi con Sean Penn e Naomi Watts (828.122 euro), mentre conquista un posto nella classifica dei film più visti nel weekend una sola new entry, Abbasso l'amore con Renée Zellweger e Ewan McGregor (516.574 euro). La commedia di Leonardo Pieraccioni, Il Paradiso all'improvviso passa dal secondo al quinto posto con 384.858 euro ed è seguito,al sesto, da E' già ieri, il remake italiano di Ricomincio da capo con Antonio Albanese (245.908 euro). Rimonta invece Le invasioni barbariche di Denys Arcand, che per effetto del "passaparola" sale dal nono al settimo posto con 233.849 euro. Il thriller Abandon è ottavo con 196.916 euro, mentre passa al nono il film d'animazione della Disney Alla ricerca di Nemo (179.397 euro). Chiude la top ten Master & Commander con Russell Crowe (168.647 euro). (Grazie Maddalena!)

- risultati settimanali dei dieci film più visti della settimana (Settimana dal 19/1/2004 al 25/1/2004)

Pos. Film Naz. Distr. Città Giorni Incasso Presenze
1 IL SIGNORE DEGLI ANELLI: IL RITORNO DEL RE (THE LORD OF THE RINGS: THE RETURN OF THE KING) NWZ MEDUSA FILM S.P.A. 362 2920 € 7.741.312,00 1.229.081
2 L'ULTIMO SAMURAI (THE LAST SAMURAI) USA WARNER BROS ITALIA S.P.A. 342 3180 € 3.373.119,00 562.061
3 21 GRAMMI - IL PESO DELL'ANIMA (21 GRAMS) USA BIM DISTRIB. S.R.L. 186 1273 € 1.228.413,00 206.244
4 IL PARADISO ALL'IMPROVVISO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 213 1206 € 583.027,00 97.801
5 ABBASSO L'AMORE (DOWN WITH LOVE) USA 01 DISTRIBUTION 141 502 € 516.653,00 81.184
6 E' GIA' IERI COP COL./TRISTAR FILMS ITALIA 136 928 € 365.306,00 61.704
7 LE INVASIONI BARBARICHE (LES INVASIONS BARBARES) CAN BIM DISTRIB. S.R.L. 80 458 € 357.079,00 62.861
8 ABANDON - MISTERIOSI OMICIDI USA EAGLE PICTURES S.P.A. 140 867 € 310.925,00 52.587
9 MASTER & COMMANDER - SFIDA AI CONFINI DEL MARE (MASTER AND COMMANDER: THE FAR SIDE OF THE WORLD) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 119 660 € 295.030,00 50.352
10 ALLA RICERCA DI NEMO (FINDING NEMO) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 118 697 € 245.460,00 43.522

26/01/2004

Eleonora invia questo bel ritratto di Jack. Vedi l'ingrandimento qui

 

 

 

 

- Kya segnala una recensione di M&C: http://www.offscreen.it/rece/masterandcommander.htm

- segnalato da VSecin: previsioni sugli Oscar (in inglese)

- segnalato da VSecin e tradotto da grace: http://www.stuff.co.nz (21/01/2004)

L'originario della Nuova Zelanda e futuro papà Russell Crowe ha parlato di alcuni degli effetti positivi del suo ruolo nel film australiano "The Sum of Us", in cui interpretava un gay figlio di un vedovo, entrambi in cerca dell'amore. "Una volta mi è capitato di trovarmi in una città rurale e un ragazzo è venuto da me mentre ero in un bar e mi ha offerto una birra. 
Era un tipo grosso, rozzo e sporco che era stato a lavorare nei campi tutto il giorno, e mi ha raccontato di come il fatto di aver portato i suoi genitori a vedere "The Sum of Us" abbia fatto tornare l'unione nella sua famiglia" racconta Russ.
"Suo fratello era gay e quando i suoi genitori lo avevano scoperto lo avevano respinto.
E questo ragazzo ha detto che aver portato i genitori a vedere quel film aveva fatto ricordare loro quali siano le priorità nella vita.
Non sto dicendo che lo faccio per delle cause sociali. Ma se si fa qualcosa che possa influenzare la gente nell'ambito del personale, è un fantastico privilegio."

Expat Kiwi and daddy-to-be RUSSELL CROWE's spoken about some of the positive effects of his role in Aussie movie The Sum of Us, in which he played the gay son of a widowed father, both of whom were looking for love. "One time I was in this country town and this guy came up to me at a bar and bought me a beer.
"He was this big, rough, dirty bloke who had been out working in the fields all day, and he was saying how taking his parents to The Sum of Us brought his family back together," Russ says. 
"His brother was gay and his parents disassociated themselves from him when they found out.
"And this guy said taking his parents to see that movie reminded them what the priorities in life are.
"I'm not saying I do this for social causes. But if you do something that affects people in a personal way, it's a wonderful privilege."

20/01/2004

Russell Crowe all'incontro di boxe tra Anthony Mundine/Yoshinori Nishizawa al Wollongong Entertainment Centre Arena (Australia),19 gennaio 2004

 

 

 

- da www.cinematografo.it: Bafta, Kidman esclusa 19/01/2004 

Nessuna nomination per la diva. Ma Ritorno a Cold Mountain fa il pieno agli Oscar inglesi

(Cinematografo.it/Adnkronos) - Ritorno a Cold Mountain conquista 13 nomination ai Bafta, ossia gli Oscar inglesi. Il kolossal diretto da Anthony Minghella è candidato come miglior film, miglior film inglese, per il miglior regista e il miglior attore protagonista (Jude Law). Grande esclusa Nicole Kidman (e Russell Crowe, ndw). Dodici nomination sono andate, invece, al terzo e conclusivo episodio de Il Signore degli anelli - Il Ritorno del Re, mentre dieci ne ha ottenute La ragazza con l'orecchino di perla. Le nomination per il miglior film vedono in lizza anche Il Ritorno del Re, Big Fish di Tim Burton, Master & Commander di Peter Weir, e Lost in Translation di Sofia Coppola. Nella categoria miglior regista concorrono, assieme a Minghella, Burton, Peter Jackson per Il Ritorno del Re, la Coppola e Weir. [...] (Grazie Maddalena!)

- risultati settimanali dei dieci film più visti della settimana (settimana dal 12/01/2004 al 18/1/2004)

Pos. Film Naz. Distr. Città Giorni Incasso Presenze
1 L'ULTIMO SAMURAI (THE LAST SAMURAI) USA WARNER BROS ITALIA S.P.A. 326 3459 € 5.697.756,00 944.681
2 IL PARADISO ALL'IMPROVVISO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 309 2108 € 1.464.398,00 246.291
3 21 GRAMMI - IL PESO DELL'ANIMA (21 GRAMS) USA BIM DISTRIB. S.R.L. 149 548 € 930.893,00 145.647
4 MASTER & COMMANDER - SFIDA AI CONFINI DEL MARE (MASTER AND COMMANDER: THE FAR SIDE OF THE WORLD) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 185 1246 € 668.648,00 112.739
5 IL CARTAIO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 229 1291 € 578.843,00 96.195
6 ALLA RICERCA DI NEMO (FINDING NEMO) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 162 1082 € 469.385,00 81.627
7 LE INVASIONI BARBARICHE (LES INVASIONS BARBARES) CAN BIM DISTRIB. S.R.L. 82 473 € 463.805,00 80.122
8 E' GIA' IERI COP COL./TRISTAR FILMS ITALIA 118 441 € 456.923,00 70.753
9 ABANDON - MISTERIOSI OMICIDI USA EAGLE PICTURES S.P.A. 131 476 € 442.090,00 67.729

10

MONA LISA SMILE USA IIF-ITALIAN INTERNATIONAL FILM 169 966 € 411.604,00 71.408

19/01/2004

aggiornata la pagina della prima di M&C a Roma;

18/01/2004

aggiornata la pagina della prima del film 'Master and Commander' a Londra;

17/01/2004

- per chi fosse interessato, a Roma ci sarà una manifestazione per parlare della legge sulla procreazione assistita. Kya ha messo online una pagina con le relative informazioni: manifestazione 24 gennaio

- ho nuovamente aggiornato la pagina della prima di M&C a Beverly Hills;

- ecco la nuova fanfic di lalla, intitolata 'L'Impiastro'. La puoi leggere qui. Buon divertimento e grazie a lalla!

15/01/2004

ecco la traduzione di grace dell'intervista alla trasmissione Inside the Actor's Studio. Consiglierei la lettura a chiunque perche' qui Russell da via molto del suo privato, sempre inerente al suo lavoro. Una bellissima intervista e una grande mole di lavoro traduttivo. La trovi qui. Grazie grace e buona lettura! ^__^

 

 

- ho aggiornato la pagina della prima di M&C a Beverly Hills;

14/01/2004

- grace manda questo link con foto di Russell. La trascrizione parziale dell'evento e relativa traduzione di grace si trovano qui. Grazie grace! ^__^

- da it.movies.yahoo: Cinema: Howard e Crowe Ancora Insieme Per 'The Da Vinci Code' 12 Gennaio 2004
Los Angeles, (Adnkronos/Cinematografo.it) - Prosegue il sodalizio tra Russell Crowe e Ron Howard. Dopo ''A Beautiful Mind'' e ''Cinderella Man'', i due potrebbero tornare a lavorare ancora insieme in ''The Da Vinci Code'', thriller ispirato all'omonimo bestseller di Dan Brown, le cui riprese inizieranno nel 2005. Ad affiancare il divo potrebbe esserci anche Kate Beckinsale, ma le trattative con entrambi gli attori sono ancora in atto e nessuna conferma certa e' arrivata dal regista o dai produttori del film.(Spe/Cnz/Adnkronos) (Grazie Maddalena!)

- da www.cinematografo.it: Crowe fa tris 13/01/2004 - 

Prosegue il sodalizio tra l'attore e Ron Howard: insieme la terza volta in The Da Vinci Code

Prosegue il sodalizio tra Russell Crowe e Ron Howard. Dopo A Beautiful Mind e Cinderella Man, i due potrebbero tornare a lavorare ancora insieme in The Da Vinci Code, thriller ispirato all'omonimo bestseller di Dan Brown, le cui riprese inizieranno nel 2005. Ad affiancare il divo potrebbe esserci anche Kate Beckinsale, ma le trattative con entrambi gli attori sono ancora in atto e nessuna conferma certa è arrivata dal regista o dai produttori del film. Adattato per lo schermo da Akiva Goldsman (sceneggiatore sia di A Beautiful Mind che Cinderella Man), il libro prende le mosse dalla misteriosa uccisione del curatore del Louvre a Parigi. Dell'omicidio viene accusato Robert Langdon, stimato professore di Harvard ed esperto di simbologia religiosa, che aiutato dalla nipote della vittima, troverà il modo di dimostrare la propria innocenza grazie alla scoperta di alcuni messaggi cifrati nei dipinti di Leonardo Da Vinci. A partire dall'inizio di marzo Howard e Crowe saranno impegnati a Toronto con le riprese di Cinderella Man, ispirato alla vera storia del pugile Jim Braddock, ma prima ancora Howard sarà a Berlino dove presenterà in anteprima europea al festival The Missing. (Grazie Maddalena!)

- sempre la notizia del suddetto film qui. Grazie Maddalena!

- da MTVnews: Crowe e i misteri del Louvre 14/1/2004 

L'ex Gladiatore sarà uno studioso di Leonardo Da Vinci

Un misterioso omicidio. Una serie di indizi nascosti. Un codice segreto. Un thriller ordinario? No, se la storia si svolge al Louvre, ruota attorno ai quadri di Leonardo Da Vinci e Russell Crowe ci mette lo zampino.
Il film di cui stiamo parlando è "The Da Vinci Code" ed è tratto dall'omonimo libro di Dan Brown, uno dei più avvincenti best seller pubblicati negli ultimi anni.
Del film, diretto da Ron Howard, vi avevamo già parlato, ma ora possiamo spifferarvi le ultime indiscrezioni sul cast: non è ancora ufficiale, ma sembra davvero che il protagonista sarà l'ex Gladiatore, stavolta nei panni di Robert Langdon, insigne studioso del genio toscano. A lui il compito di indagare sulla morte del direttore del museo più famoso al mondo: peccato che ben presto le circostanze gli si rivoltino contro, facendone il sospettato #1. Il cacciatore si trasforma in preda e per salvarsi scopre un mistero che avrebbe fatto meglio a non svelare…

Dopo aver affrontato da solo l'esercito di Roma Imperiale e aver combattuto con sprezzo del pericolo su una nave da guerra inglese, il buon Russell pensava di averle viste tutte, ma insidie impreviste lo attendono in una polverosa biblioteca. Ne uscirà vivo? La risposta al cinema… nel 2005.

- dal Messaggero online, segnalato da Isa in messaggeria: L’ispettore Da Vinci 13/01/2004

di PAOLO ZACCAGNINI 

VOLETE sapere chi è, a sorpresa ma non tanto, il trionfatore delle strenne natalizie in libreria? Leonardo Da Vinci. Ma non scherziamo. No, non stiamo scherzando, il thriller mozzafiato Il Codice Da Vinci , dello scrittore statunitense Dan Brown, è da qualche giorno Araba Fenice (e felice, per la Mondadori che ci ha puntato) negli scaffali, inutilmente inseguito da schiere di lettori conquistati sicuramente dal passaparola su di una trama che mescola abilmente il giallo più tradizionale, la crittografia, la storia cristiana e medioevale, le sciarade, i Cavalieri Templari, le Crociate, un killer spietato, lo spionaggio più spettacolare, l’ horror , gli intrighi internazionali, l’amore, la morte e una sfrenata, quanto logica, fantasia. 
Per il secondo anno consecutivo, nel Natale scorso i lettori premiarono Io uccido opera prima dell’attore Giorgio Faletti, le feste in libreria si sono dunque tinte di sangue: segno che il pubblico necessita - semel in anno licet insanire dicevano gli antichi Romani - di robuste avventure per divagarsi. E sin dalle prime pagine, dalla descrizione di un assassinato, il curatore del Museo del Louvre dove è conservata la Gioconda , in modo rituale e molto truculento, Il Codice Da Vinci colpisce. Duro. La scrittura di Brown, siamo sinceri, non è il massimo; chi ama la letteratura poliziesca ha a disposizione, nel passato e nel presente, di assai meglio, basti pensare al vecchio Philip Marlowe di Raymond Chandler o al recente ispettore Kurt Wallander di Hanning Mankell; ma la trama, ammettiamolo, è formidabile, intreccio che si ingarbuglia vieppiù andando avanti, speditamente, nella lettura delle 523 pagine che lo compongono e 
che al suo centro ha sempre più l’enigmatica, multiforme figura e opera, alla luce del sole e nella perniciosa ombra, di Leonardo. 
Dire di più sarebbe da criminali, e chi scrive non lo è. Basterà aggiungere che nel 2005 diventerà un film la cui regia dovrebbe essere affidata a Ron Howard e che potrebbe avvalersi dell’interpretazione di Russell Crowe e di Kate Beckinsale: se il progetto andrà in porto si tratterebbe della terza collaborazione, dopo A beautiful mind e Cinderella 
man le cui riprese prenderanno il via il prossimo marzo, tra Howard e Crowe che si avvarrebbero anche del lavoro di Akiva Goldsman, già autore delle sceneggiature delle due pellicole citate sopra. Se Howard e Goldsman, oltrechè Crowe, riusciranno a non tradire la pagina, la trama di Brown, ex insegnante di lingua e letteratura inglese nonché storico dell’arte e appassionato di codici segreti, vedremo un thriller , sospeso tra arte, azione, religione e storia, davvero inquietante. 
Proprio, viene da pensare, come l’orrida vicenda narrata dal francese Guillaume Prévost ne I sette delitti di Roma edito da Sellerio. Qui Da Vinci c’è, in carne, ossa e soprattutto sublime cervello; siamo in pieno Rinascimento, nel 1514, forti sono le presenze del defunto papa Giulio II e del suo successore mediceo, Leone X, Michelangelo Buonarroti affresca la Cappella Sistina e deve vedersela con l’invidia e le imboscate, alla corte papalina, dell’arcirivale Donato Bramante, e con il giovane Raffaello Sanzio; e appare in scena la Morte. E appare in modo più che spettacolare perché nella gelida capitale del neonato Stato Pontificio cominciano a spuntare cadaveri ignudi e orrendamente mutilati, seduti su antiche colonne romane. 
A indagare ci prova un giovane medico, Guido Sinibaldi, ma se non ci fosse il genio di Leonardo, il fiume di sangue, che mieterà anche una vittima che risulterà poi innocente, potrebbe scorrere in eterno. Fortunatamente il “grande vecchio”, con apparente noncuranza, mette sulle piste giuste Guido; c’è tanta azione, ma è il mistero antico, religioso e umanissimo, che scende fitto nelle 337 pagine del libro la chiave del suo crescente successo: o voi che amate il crimine, sulla carta s’intende, cercate di risolvere il rompicapo proposto da Prévost e gustatevi a fondo le descrizioni di una Roma de’ noantri , completa di ferali catacombe, che sembra schizzata, di rosso sangue, dalle cupe penne di Giovanbattista Piranesi o Bartolomeo Pinelli. 
Il successo di Da Vinci investigatore? Risiede innanzitutto nella curiosità e grandiosità del personaggio, e Brown ne svela lati sconosciuti a moltissimi, e, crediamo fermamente, principalmente nel fatto che, questo vale per Brown e per Prévost, l’Immaginifico, il Genio Incommensurabile, è evocato, dipinto, raccontato come un detective che preferisce la “forza della ragione” alla “ragione della forza”. In anni dove, purtroppo, prevale quest’ultima scegliamo, almeno per diletto, la prima. 

- risultati settimanali dei dieci film più visti della settimana (settimana dal 05/01/2004 al 11/1/2004)

Pos. Film Naz. Distr. Città Giorni Incasso Presenze
1 IL PARADISO ALL'IMPROVVISO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 352 2763 € 4.740.200,00 770.696
2 L'ULTIMO SAMURAI (THE LAST SAMURAI) USA WARNER BROS ITALIA S.P.A. 317 1562 € 4.644.409,00 730.529
3 MASTER & COMMANDER - SFIDA AI CONFINI DEL MARE (MASTER AND COMMANDER: THE FAR SIDE OF THE WORLD) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 251 1810 € 1.794.082,00 286.263
4 ALLA RICERCA DI NEMO (FINDING NEMO) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 248 1794 € 1.466.118,00 246.617
5 IL CARTAIO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 204 1366 € 1.233.605,00 195.562
6 MONA LISA SMILE USA IIF-ITALIAN INTERNATIONAL FILM 211 1348 € 1.122.907,00 180.883
7 IN THE CUT USA NEXO S.P.A. 185 1156 € 898.478,00 142.799
8 LA MACCHIA UMANA (THE HUMAN STAIN) USA 01 DISTRIBUTION 193 1193 € 863.060,00 140.055
9 NATALE IN INDIA ITA FILMAURO S.R.L. 243 1589 € 827.401,00 132.915
10 MISSIONE 3-D: GAME OVER (SPY KIDS 3-D: GAME OVER) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 131 982 € 601.779,00 101.185

12/01/2004

- Carlotta invia una poesia dedicata a Massimo. La puoi leggere qui. Grazie Carlotta, e buona lettura! ^__^

- da la Gazzetta di Parma: Titoli di coda, un dessert indigesto 

Dopo il film fino a 800 nomi fra cui fabbri, contabili e bodyguard 

WASHINGTON - Il cartone animato «Alla Ricerca di Nemo» elenca 642 nomi. L'ultimo deludente «Matrix» è a quota 701. «Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re» elenca oltre 800 persone. I titoli di coda dei film sono diventati delle enciclopedie.
[...]
Alcuni degli attori più famosi inseriscono di diritto nelle liste tutti i loro assistenti. Nel recente «Master and Commander» il protagonista Russell Crowe ha inserito nei titoli di coda il suo costumista, due parrucchieri, tre truccatori, una controfigura, un maestro di scherma, tre insegnanti di violino (il suo personaggio nel film suona questo strumento), due assistenti personali e i responsabili della sua sicurezza. [...] Cristiano Del Riccio

11/01/2004

- AleNash ha tradotto per noi l'articolo The Bold Man and the Sea dal  Time Magazine. Lo puoi leggere qui. Grazie Ale e buona lettura!

- dal TGCom: Crowe ora studia... Leonardo

Probabile interprete di "Da Vinci Code" 

Un omicidio al Louvre, una serie di indizi nascosti nei quadri di Leonardo Da Vinci e i due maggiori sospettati, la figlia della vittima e uno studioso del grande genio toscano, che invece stanno indagando sul caso. E' "Da Vinci Code", il nuovo film di Ron Howard, il cui ruolo principale dovrebbe essere affidato a Russel Crowe. Kate Beckinsale è invece la favorita come protagonista femminile. L'uscita della pellicola è prevista nel 2005.

La pellicola sarà tratta dal best seller di Dan Brown, che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. La trama è imperniata sulla scoperta di alcuni indizi, nascosti nelle pitture di Leonardo, che rivelerebbero segreti sui fondamenti del Cristianesimo. Crowe dovrebbe interpretare il ruolo di Robert Langdon, uno specialista di simboli che viene sospettato di omicidio e deve lottare duramente per scrivere la parola fine alla vicenda. 

Attualmente Ron Howard è sul set di "Cinderella Man", con lo stesso Crowe nella parte del pugile Jim Braddock. L'ex "Gladiatore" è sugli schermi di tutto il mondo con "Master & Commander", tra i film favoriti nella corsa agli Oscar. Kate Beckinsale, già vista in "Pearl Harbour" e "Serendipity", interpreterà Ava Gardner in "The Aviator", il film di Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio e Cate Blanchett. (Grazie VSecin!)

10/01/2004

- ecco la recensione di M&C scritta da Carlotta. La trovi qui. Grazie Carlotta, e ripeto l'invito a chiunque voglia scrivere una recensione di inviarmela per essere pubblicata insieme alla altre.

09/01/2004

- ecco la nuova fanfiction di Lalla, intitolata 'Nelle Tenebre'. La puoi leggere qui. Grazie lalla e buona lettura! ^__^

- segnalato da Silvia e Lovelife in messaggeria: allegato alla rivista 'Panorama' c'e' il film 'A Beautiful Mind' Per il VHS il prezzo e' di Euro 5,70, per il DVD il prezzo e' di Euro 13,10; 

- da Kataweb Cinema: Toto-Oscar: 'Ritorno a Cold Mountain' in pole

di Paolo Menzione 
Tanti favoriti, nessun predestinato

Più agguerrita che mai, la corsa agli oscar del 2004 promette scintille. In attesa di conoscere le nomination del 27 gennaio, è possibile stilare una rosa di favoriti testando gli umori delle associazioni americane che hanno annunciato recentemente le candidature ai propri riconoscimenti.
[...]
TOM CONTRO SEAN
Ottime anche le chance di successo per L'ultimo samurai, Master and Commander e Mystic River. Gli interpreti di queste tre pellicole sono tra i favoriti per la statuetta per il miglior attore. Secondo la regola non scritta dell'Academy, secondo la quale è raro che un attore riesca a bissare l'oscar a poca distanza di tempo, potrebbe essere giunta l'ora di Tom Cruise o di Sean Penn, già candidati tre volte ciascuno. Il samurai è leggermente avvantaggiato sull'interprete del film di Eastwood, forse troppo "indipendente" per una cerimonia così ovattata, e su Russell Crowe, già premiato nel 2001 per Il Gladiatore. Tutto questo, naturalmente, Jack Nicholson permettendo. [...] Paolo Menzione 09-01-2004

08/01/2004

- da ADNKronos: CINEMA: JIM CARREY E' L'ATTORE CHE FA GUADAGNARE DI PIU' 

New York, 8 gen. (Adnkronos) - Jim Carrey e' garanzia di successo. Il protagonista di 'Una settimana da Dio' e' in testa alla classifica annuale che stabilisce chi sia l'attore che fa guadagnare di piu' al box-office. Carrey e' in testa alla graduatoria compilata dal 1932 dala Quigley Publishing Co. in base alle votazioni di rappresentanti di primo piano dell'industria cinematografica americana. Al secondo posto, Nicole Kidman, al terzo Jack Nicholson. Solo quarto Tom Cruise, seguito da Julia Roberts. Sesto Johnny Depp, settimo Russell Crowe, ottavo Tom Hanks, nono Will Ferrell e decima Renee Zellweger. Ashton Kutcher e Scarlett Johansson sono invece stati votati come i personaggi che in futuro potrebbero finire in testa alla classifica dei 'moneymakers'. (Ken/Pe/Adnkronos) 

- dalla GAZZETTA DI PARMA: Le cifre del successo 
Cento milioni di dollari non sono più una garanzia 

WASHINGTON - Nell'anno 2003 ben 25 film hanno incassato oltre 100 milioni di dollari in America, la tradizionale soglia che definisce il successo economico di una pellicola negli Usa. Ma Hollywood ha scoperto che i vecchi parametri non funzionano più: superare la barriera dei 100 milioni non è più una garanzia di successo.
[...]
Nel 2003 soltanto sei film hanno superato questa quota: Alla ricerca di Nemo (340 milioni), La maledizione della prima Luna (305 milioni), Il Signore degli anelli: Il ritorno del re (290 milioni di dollari), The Matrix Reloaded (281 milioni), il sorprendente Bruce Almighty - Una settimana da Dio (242,7 milioni) e X2: X-Men United (214,9 milioni).
[...]
Del resto anche film lanciati come sicuri blockbuster e promossi con grande pubblicità hanno trovato difficile nelle ultime settimane raggiungere la ex-soglia magica: l'ambizioso L'ultimo Samurai con Tom Cruise ha incassato negli Usa, dalla sua uscita il 5 dicembre, solo 90 milioni di dollari (la Warner Brothers ha attribuito la responsabilità dei risultati deludenti alle recensioni non esaltanti). E anche l'apprezzato ed epico Master and Commander con Russell Crowe è giunto finora solo alla quota non esaltante di 83 milioni di dollari.

L'aspetto positivo, per Hollywood, è che gli incassi Usa rappresentano ormai solo la metà del totale: il botteghino internazionale sta diventando sempre più importante ed è qui che attori come Cruise e Crowe esercitano ampio richiamo. [...]

- grace ha tradotto per noi l'articolo CROWE SI PREPARA ALLA BOXE CON L'ALLENATORE DI ALI' dal Sunday Herald on line. Puoi leggere la traduzione qui. Grazie grace! ^__^

- da MTVnews: L'Oscar si avvicina 7/1/2004

Directors Guild of America: le nomination del 2003

Ogni anno, prima che l'Oscar dica la sua, l'associazione che riunisce i registi statunitensi comunica la propria cinquina di nominati e infine il vincitore.
Quasi sempre, chi vince il premio della Directors Guild of America si aggiudica anche l'Oscar per la miglior regia.
Insomma, nella lunga corsa agli Oscar il premio della DGA è un momento fondamentale.
Gioite, dunque, ecco le nomination per l'anno 2003: Sofia Coppola ("L'Amore Tradotto"), Peter Jackson ("Il Signore Degli Anelli: Ritorno Del Re"), Clint Eastwood ("Mystic River"), Gary Ross ("Seabiscuit"), Peter Weir ("Master & Commander: Sfida Ai Confini Del Mare").

Un po' di dati:

  • Clint Eastwood ha già vinto un vinto il DGA grazie a "Gli Spietati" (1992) 
  • Peter Jackson è stato nominato per entrambi i precedenti episodi della trilogia dell'Anello 
  • Peter Weir è stato nominato 3 volte (l'ultima delle quali grazie a "The Truman Show") 
  • Gary Ross è alla sua prima volta 
  • anche Sofia Coppola, che è la quinta donna regista a ricevere una nomination e anche la prima figlia di un precedente vincitore del DGA ad essere nominata (il che prova che a Hollywood avere un papà importante ti avvantaggia solo fino a un certo punto, poi o hai talento o niente)

Nonostante il vincitore del DGA di solito si aggiudichi anche l'Oscar, le nomination raramente hanno coinciso: c'è ancora una possibilità per gente come Edward Zwick, Anthony Minghella, Jim Sheridan e Tim Burton. 

07/01/2004

ho aggiunto alla pagina della stampa n. 67 l'articolo da 'Best Movie' di dicembre 2003. Lo trovi qui. Grazie a Silvia per le scansioni!

 

 

 

- da www.filmup.com: Le Monde accusa: "Master and Commander una bordata contro la Francia."

"Le Monde", uno dei più importanti quotidiani francesi attacca "Master and Commander", il bel film di Peter Weir.

Il quotidiano, pur riconoscendo i meriti artistici del film del regista australiano, sottolinea che la pellicola è "una bordata antifrancese scagliata da Hollywood contro la Francia". A riprova di ciò, Le Monde fa notare come "nel libro di Patrick O'Brian - da cui è tratta la sceneggiatura -, il vascello malefico era americano" e non francese come raccontato nel film. In effetti, la storia raccontata nel libro è ambientata nel 1812 durante la Seconda Guerra tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Ma la Fox di Rupert Murdoch ha realizzato una sceneggiatura retrodatando i tempi delle vicende al 1805 e che vede il protagonista, il Capitano della Regia Marina Inglese Jack Aubrey, affrontare un nave corsara francese in luogo di un battello americano come descritto nel libro del citato O'Brian. "Le Monde" rincara la dose affermando che anche in altre recenti produzioni americane è facile scovare un antifrancesismo strisciante. Il giornale cita Olivier Martinez nel ruolo di uno psicopatico francese che sfida la polizia di Los Angeles in "S.W.A.T." e Lambert Wilson che in "Matrix Revolutions" simula un irritante accento francese recitando in inglese la parte del cattivo.
di Daniele Sesti (05 gennaio 2004) (Grazie Maddalena!)

- da coomingsoon.net: Paul Giamatti si aggiunge a Cinderella Man

fonte: Production Weekly - martedi' 6 gennaio 2004

Production Weekly annuncia che l'attore Paul Giamatti (American Splendor) si e' aggiunto a Russell Crowe, Renée Zellweger e Craig Bierko nel cast di Cinderella Man per la regia di Ron Howard. Le riprese del film inizieranno il 1. marzo 2004 a Toronto.

Nel film drammatico della Universal Pictures che dovrebbe debuttare nelle sale il 17 dicembre 2004, Giamatti sara' Joe Gould, il manager di Jim Braddock. Braddock e' stato un pugile nel periodo della Grande Depressione divenuto un eroe popolare dopo aver vinto un match di 15 riprese contro il campione Max Baer nel 1935. La Zellweger sara' la moglie di Braddock, Mae.

Bierko sara' Baer, la piu' dura sfida di Braddock, noto per aver uccisio due uomini sul ring. La sceneggiatura e' di Akiva Goldsman.

Paul Giamatti Aboard Cinderella Man 

Source: Production Weekly  Tuesday, January 6, 2004 

Production Weekly reports that American Splendor star Paul Giamatti has joined Russell Crowe, Renée Zellweger, and Craig Bierko in director Ron Howard's Cinderella Man. The film begins production on March 1st in Toronto.
In the Universal Pictures drama, set for a December 17 release, Giamatti will play Joe Gould, boxing manager to Jim Braddock. Braddock was a Depression-era boxer who became a folk hero by winning a brutal 15-round match with heavyweight champion Max Baer in 1935. Zellweger will play his wife Mae Braddock.
Bierko will play Baer, Braddock's toughest challenger, renowned for having killed two men in the ring. The script is written by Akiva Goldsman. (Trovato da Murph)

- risultati settimanali dei dieci film più visti della settimana (settimana dal 29/12/2003 al 4/1/2004)

Pos. Film Naz. Distr. Città Giorni Incasso Presenze
1 IL PARADISO ALL'IMPROVVISO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 336 2687 € 7.957.296,00 1.286.359
2 NATALE IN INDIA ITA FILMAURO S.R.L. 373 2926 € 3.313.248,00 540.618
3 MASTER & COMMANDER - SFIDA AI CONFINI DEL MARE (MASTER AND COMMANDER: THE FAR SIDE OF THE WORLD) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 297 2147 € 3.307.215,00 522.165
4 ALLA RICERCA DI NEMO (FINDING NEMO) USA BUENA VISTA INT. ITALIA S.R.L. 309 2366 € 3.087.860,00 522.941
5 MONA LISA SMILE USA IIF-ITALIAN INTERNATIONAL FILM 217 1380 € 1.484.832,00 237.042
6 IN THE CUT USA NEXO S.P.A. 157 1107 € 1.391.470,00 216.113
7 LA MACCHIA UMANA (THE HUMAN STAIN) USA 01 DISTRIBUTION 209 1384 € 1.340.505,00 212.918
8 IL CARTAIO ITA MEDUSA FILM S.P.A. 147 531 € 874.371,00 134.337
9 LOONEY TUNES: BACK IN ACTION USA WARNER BROS ITALIA S.P.A. 276 1570 € 846.321,00 146.747
10 HO VISTO LE STELLE! ITA MIKADO FILM S.R.L. 91 606 € 727.437,00 120.286

06/01/2004

- aggiornata la pagina di Russell al Leno Show;

- aggiornata la pagina della prima di M&C a New York;

- ho inserito nella pagina della stampa n. 67 l'articolo dalla rivista 'Gioia' n. 51 del 24 dicembre 2003. Lo trovi qui. Grazie a grace per le scansioni!

- ecco l'epilogo della fan fiction di AleNash, 'Ritrovarsi'. Lo puoi leggere qui. Grazie di nuovo ad Ale e ad Ely per le illustrazioni!

- dalla newsletter Primafila, La battuta: "Brindiamo alle mogli e alle amanti… che non si incontrino mai" (da Master and Commander) (Grazie Maddalena!)

- links da VSecin:

video Golden Globes

articolo sui migliori 15 films dell'anno

04/01/2004

- aggiornata la pagina della prima di M&C a San Diego;

- segnalata da grace in messaggeria, la pagina di Virgilio dedicata a M&C. La trovi qui;

- da Kataweb Cinema: In primo piano

Attori, De Niro è il migliore di sempre

Robert De Niro Il più grande attore di tutti i tempi? Un sondaggio della catena inglese di noleggio homevideo 'Choices Video' che mette a confronto sia maschi che femmine incorona Robert De Niro. 
Il 60enne attore italoamericano di 'Toro scatenato' e 'Taxi driver' ha preceduto, nelle preferenze di oltre 13 mila cinefili, Steve McQueen, Al Pacino, Jack Nicholson e Marlon Brando. 

Solo sesta Marilyn Monroe, prima tra le attrici votate. 

Al settimo posto Audrey Hepburn, all'ottavo Julia Roberts, al nono Elizabeth Taylor e al decimo Michael Caine. 

Tra gli altri attori votati come i migliori di tutti i tempi, Clark Gable (11esimo), Katharine Hepburn (12esima), Sean Connery (13esimo), Clint Eastwood (14esimo), James Dean (15esimo), Meryl Streep (16esima), Paul Newman (17esimo), Tom Hanks (18esimo), Ingrid Bergman (19esima) e Harrison Ford (20esimo). Anthony Hopkins è al 22esimo posto, John Wayne al 23esimo, Kirk Douglas al 24esimo, Cary Grant al 25esimo, Johnny Depp al 27esimo, Bruce Lee al 28esimo, Tom Cruise al 36esimo, John Travolta al 40esimo, Brad Pitt al 44esimo, Russell Crowe al 49esimo. 

Ultimo in classifica, al 50esimo posto, Arnold Schwarzenegger. 03-01-2004

03/01/2004

- recensione M&C dal 'Corriere della Fantascienza' di Marco Spagnoli;

- ecco la settima parte della fanfiction di AleNash, 'Ritrovarsi'. La puoi leggere qui. Grazie ad Ale e all'illustratrice Ely! ^__^

ho aggiunto alla pagina della stampa n. 67 l'articolo da 'Vanity Fair' n. 12 del 27 dicembre 2003. Grazie a grace per le scansioni!

 

 

 

- grace ha tradotto per noi da The Philadelphia Inquirer l'articolo '20 ANNI DOPO PETER WEIR RICORDA KUH E BEMBOL'. Lo puoi leggere qui. Grazie grace! ^__^

02/01/2004

- links da VSecin: 

video (da vedere oggi)

video (previsioni Oscar di Joel Siegel)

- aggiornata la pagina di Russell Crowe all'Oprah Winfrey Show, 5 novembre 2003

- da La Citta': Pieraccioni e Salemme i più visti in città 02/01/2004

Dopo il boom del classico film panettone ''Natale in India'' 

Nella graduatoria dei film più visti durante il periodo natalizio, Salerno segue la inattesa, ma giustificata tendenza nazionale: infatti dopo aver premiato nei primi giorni festivi ''Natale in India'', ha poi spostato le sue preferenze verso altri film, [...] Tra i film stranieri proiettati nelle vacanze, ha fatto registrare ottimi incassi il bellissimo ''Master and commander'', l'unico film di alto livello visto nelle sale in questo periodo, ambientato nel mezzo dei confronti navali del periodo napoleonico con un grande Russell Crowe. La costante degli altri film stranieri, che pure si sono difesi al botteghino, è stata quella di presentare pellicole modeste dotate però di ottimi cast, necessari per attirare il pubblico: e così sia il mediocre thriller ''In the cut'', con una poco credibile Meg Ryan, sia il pretenzioso e noioso ''La macchia umana'', con Anthony Hopkins e Nicole Kidman. 

- dal Corriere della Fantascienza: colonna sonora Master & Commander

Titolo Master & Commander
Sfida ai confini del mare 
di Iva Davies, Richard Tognetti e Christopher Gordon 
Titolo originale Master & Commander - The Far Side of the world 
Distribuzione Decca 

Tre giovani musicisti australiani, Iva Davies, Richard Tognetti e Christopher Gordon hanno composto le musiche del film d'avventura con protagonista Russell Crowe. Nei pezzi creati, si intrecciano sonorità del ‘vecchio’ e del ‘nuovo’ mondo, che mettono in evidenza l’abilità e la preparazione dei compositori. Data l’ambientazione storica del film, non sorprende che le musiche siano ricche di richiami ad autori classici tra cui Bach e Mozart. 
Ma la sorpresa più grande, sta nell’uso di sintetizzatori utilizzati in maniera intelligente e intrigante. La colonna sonora, del resto, più volte viene utilizzata come contrappunto ironico all'azione del film. Una sorta di narratore esterno alla storia che incarna musicalmente lo spirito del regista Peter Weir. 

1. The Far Side Of The World 
2. Into The Fog 
3. Violin Concerto No. 3 'Straussburg' K.215 - Terzo Movimento
4. The Cuckold Came Out Of The Amery (Tradizionale) 
5. Smoke N' Oakum 
6. Fantasia On A Theme - Barry Wordsworth 
7. Adagio From Concerto Grosso Op. 6. No. 8 In G Minor Christmas Concerto - Arcangelo Corelli 
8. The Doldrums 
9. Prelude (From The Unaccompanied Cello Suite No. 1 In G Major, BWV 1007 - Yo-Yo Ma 
10. The Galapagos 
11. Folk Medley: O'Sullivan's March/Cuckold Came Out Of The Amery/Mother Hen/Mary Scott/Nancy Dawson - Jim Walker 
12. The Phasmid 
13. The Battle 
14. Boccherini La Musica Notturna Delle Strade Di Madrid No. 6, Op.30 
15. Full Circle
AUTORE Marco Spagnoli - 1 gennaio 2004

01/01/2004

- da www.lospettacolo.it: LE MONDE STRONCA "MASTER & COMMANDER" 31 dicembre 2003

Il quotidiano accusa la pellicola di essere antifrancese

Mentre la linea "cinematografica" di numerosi quotidiani francesi è quella di elogiare all'unanimità il film di Peter Weir, “Le Monde” uscirà in edicola con una critica al film Master & Commander.

L'accusa principale mossa al kolossal d'avventura è quello di essere "una bordata antifrancese scagliata da Hollywood". 
Secondo Le Monde la prova della presa di posizione del film sta che "nel libro di Patrick O'Brian, il vascello malefico era americano" e non francese come nel film. "La storia - ricorda il quotidiano - si svolge nel 1812, anno della seconda guerra fra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Ma non si vede come degli studi americani, anche se diretti da un australiano di Melbourne, possano investire 170 milioni di dollari in una produzione nella quale i cattivi inalberano la bandiera a stelle e strisce. La Fox di Rupert Murdoch si è dunque impegnata su una sceneggiatura situata nel 1805 e che vede il protagonista Jack Aubrey affrontare un corsaro francese". 

- link da VSecin: video

- dalla newsletter 'Primafila':

Top movie

MASTER AND COMMANDER
Di Peter Weir
Con Russell Crowe, Paul Bettany, James D'Arcy.
Nazionalità: Usa
Anno: 2003
Durata: 2h e 18'
Distribuzione: Buena Vista
Genere: Avventura
I duellanti: nella tempesta della Storia, la grande sfida, ai confini del mare e del mondo, tra Jack il fortunato, l'uomo che non amava perdere, e la nave fantasma, al cui timone forse c'è addirittura il diavolo…. Epico e virile, ma anche, a tratti, umanissimo e dolente, un film che pensa in grande e solca l'oceano hollywoodiano a vele spiegate e petto in fuori. Forza, coraggio, superstizione, amicizia, solitudine, onore, scienza, ossessione: e dovere di scegliere, anche quando è impossibile, tra la vita e la morte, il bene di uno e quello di tutti. Un filmone potente, diretto con grande senso dell'immagine da uno dei migliori registi-autori moderni (l'australiano Weir, quello di Picnic ad Hanging Rock, Gli anni spezzati, L'attimo fuggente e The Truman show), dove si impone la presenza scenica di un Russell Crowe di oceanica bravura che si candida ad essere (non solo per il fisico extra large…)il Brando del 2000.

News

Russell Crowe e Nicole Kidman gireranno un film insieme: le due star saranno dirette dall'australiano Phillip Noyce in un film che racconta la coabitazione forzata di una donna con un alcolizzato. (Grazie Maddalena!)

- ho inserito la copertina nel calendario 2004 creato da Ely. Lo trovi qui

 

Questo sito e' creato, mantenuto e gestito da lampedusa. Se hai bisogno di contattarmi, scrivimi all'indirizzo lampedusa@tin.it. Se hai delle informazioni da segnalarmi, contattami via email. Il sito e' online dal 21 febbraio 2001. Pagina creata il 13/02/2004