Russell Crowe

 

croweitalia - Le Trascrizioni

 

Trascrizione dell'intervista a Russel Crowe nella trasmissione Cinematic su MTV Italia, trasmessa il 2 marzo 2001 - Grazie a Maddalena per la trascrizione!

 

Victoria – Come stai?

Russell – Benone, e tu?

Victoria – Bene, è bello averti in Italia.

Russell – Grazie.

Victoria – Parliamo del film. Mi racconti la trama in 25 parole!

Russell – C’è un uomo che lavora per una multinazionale americana… E’ impossibile in sole 25 parole! Lavora per questa multinazionale in Sud America… e viene rapito. Non lavora direttamente per la compagnia petrolifera… è lì per seguire un progetto di sviluppo per la costruzione di una diga. Ma i rapitori non vanno molto per il sottile, non colgono la differenza… e lo rapiscono. E il mio personaggio organizza una missione per andare a salvarlo.

A questo punto viene trasmesso il trailer del film.

Victoria – Immagino che per un attore sia noioso dover promuovere il film… rispondere alle domande e cose del genere.

Russell – Non è noioso… distrugge l’anima!

Victoria – Lo so di essere terribile…

Russell – Perché non guardare semplicemente il film… e dite voi cosa ne pensate? Il fatto che sia io a parlare distrugge la parte della magia del cinema. Nel corse degli anni ho fatto migliaia di interviste… e non credo che le interviste siano state più utili… dell’opinione di un giornalista. Lo trovo stupido perché finisce col danneggiare la possibilità di creare… un personaggio completamente nuovo perché la gente non riesce a dimenticare… ciò che hai fatto in precedenza. Un giorno lascerò questo lavoro e farò tutt’altro.

Victoria – Però!

Pausa pubblicitaria.

Victoria – Siamo tornati. Posso chiederti…

Russell – Eravamo andati via?

Victoria – Vorrei sapere come ti prepari per i ruoli che interpreti. Hai detto che recitare non è difficile… basta imparare la parte… e cercare di non inciampare nei mobili. Ma a me non sembra così facile. Per esempio per "L.A. Confidendial" non hai bevuto per 5 mesi e 6 giorni… per "Insider" sei dovuto ingrassare. Sembrerebbe molto lavoro. Come ti prepari?

Russell – Dipende da come la vedi. Quello che fai serve a migliorare il tuo personaggio… e io lo considero parte del gioco. Ogni personaggio è diverso e bisogna accettarlo. Non si può prendere la lezione imparata per un film… e usarla per il film seguente. Bisogna studiare il personaggio… e lavorare per ottenere ciò che il ruolo richiede. Io faccio molte ricerche. Incontro persone che hanno vissuto l’esperienza personalmente . Osservo le persone che fanno il lavoro del mio personaggio… e lo faccio di nascosto per ottenere informazioni più genuine. Ma lo considero comunque un lavoro molto semplice. Puoi impegnarti e complicarlo… io preferisco impegnarmi per renderlo più semplice.

Viene trasmesso il trailer di "Chocholat".

Victoria – Sono tornata. Russell… Ti chiamano anche "Russ le Rock", è vero?

Russell – Quando avevo 16 anni ho lavorato in un locale chiamato King Creole… a Auckland in Nuova Zelanda. Il proprietario del locale mi diede quel soprannome. Suonavo rock’n’roll anni ’50 e ’60. "King Creole" era un film di Elvis. Avevamo tutti un soprannome. Tra i 16 e i 18 anni ho inciso i primi 3 dischi usando quello pseudonimo. Mia madre mi disse che in famiglia erano dispiaciuti che avessi cambiato nome. Le ho chiesto: "Ma hai ascoltato i dischi?".

Victoria – Era meglio per loro.

Russell – Esatto. Pensavo che magari un giorno sarei migliorato… e sarei stato più sicuro di me.

Victoria – Perché hai intitolato il tuo primo singolo "I wanna be like Marlon Brando"?.

Russell – La canzone parla del tipo che mi aveva dato il soprannome… tutta la sua vita era un anacronismo. Viveva ancora negli anni ’50. Si vestiva e si pettinava con quello stile, aveva anche una Cadillac. La canzone era una sorta di… presa in giro… uno scherzo tra amici. Non era una cosa seria, non era una canzone su Marlon Brando, mi serviva solo per rappresentare il tipico duro dei film.

Victoria – Ho trovato questa foto… di uno dei tuoi primi film. Dove ti si vede a cavallo. E’ stato difficile cavalcare nudo?

Russell – Hai mai cavalcato nuda?

Victoria – No.

Russell – Il problema di quando cavalchi nudo… è che sulla schiena del cavallo c’è uno strato di peli più corti… che si induriscono e ti pungono la pelle. Poi il primo istinto di un cavallo quando entra in acqua… è fare la cacca.

Victoria – Davvero?

Russell – Quindi quando poi ti tuffi e nuoti… ti arrivano in faccia schizzi d’acqua mista ad altro.

Victoria – OK

Il film in cui Russell Crowe ha recitato completamente nudo a cui accenna Victoria nell'intervista e' Hammers Over the Anvil (Tra l'incudine e il martello, aka Un piccolo grande eroe). Qui di seguito alcune immagini della sequenza "incriminata"... ^___^

 

nel sito kaspinet troverai una galleria completa di immagini tratte dal film "Hammers Over the Anvil"
vai alla pagina del film Rapimento e Riscatto

 

Questo sito e' creato, mantenuto e gestito da lampedusa. Se hai bisogno di contattarmi, scrivimi all'indirizzo lampedusa@tin.it. Se hai delle informazioni da segnalarmi, contattami via email. Il sito e' online dal 21 febbraio 2001. Pagina creata il 10/05/2001 - aggiornata 24/09/2005